Iscriversi e Cancellarsi dall’Albo/i

Iscriversi all’ Albo/i

Come e quando iscriversi ex-novo all’Albo Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri?
Il/a Laureato/a in medicina e chirurgia / odontoiatria che ha conseguito la necessaria abilitazione all’esercizio della professione, per poter effettivamente esercitare la stessa e non incorrere nel reato di “esercizio abusivo della professione” , deve obbligatoriamente iscriversi nel rispettivo Albo professionale di competenza.
L’iscrizione ad un Albo provinciale consente l’esercizio della professione su tutto il territorio italiano e dei paesi dell’ U.E. .

Per potersi iscrivere, il neo abilitato dovrà recarsi presso l’Ordine della provincia in cui insiste la propria residenza e/o dove intenderà svolgere la professione ( in tal caso dovrà autocertificare il proprio domicilio professionale).

La domanda di iscrizione, con l’elenco dei documenti da produrre, è scaricabile dal questo sito alla sezione MODULISTICA, nonché è ritirabile presso i nostri Uffici negli orari di apertura al pubblico.

La presentazione della domanda e la documentazione ad essa allegata, non dà diritto immediato di esercizio della professione; ma la stessa verrà posta all’attenzione del Consiglio Direttivo dell’Ordine che adotterà apposita motivata deliberazione.

Solo da tale data decorrerà l’anzianità di ciascun professionista. Non è possibile dare al provvedimento di iscrizione all’Albo un effetto retroattivo.

Posso iscrivermi ai due Albi contemporaneamente (Medico e Odontoiatra)?

       Si !  la doppia iscrizione è consentita :

  • Ai laureati e abilitati ad entrambi le professioni;
  • Ai medici-chirurghi immatricolati al corso di laurea in medicina e chirurgia prima del 1980;
  • Ai medici-chirurghi specialisti in campo odontoiatrico
Come posso rinnovare l’iscrizione all’Albo per gli anni successivi al primo?

L’Ordine provvede automaticamente ed annualmente  all’invio presso il domicilio rilasciato dall’ Iscritto – in fase di prima iscrizione e/o  seguito di variazione comunicata – del bollettino di pagamento per ogni anno successivo al primo.

Il bollettino riporta il totale della somma relativa alla tassa di iscrizione all’Albo – nonché la tassa di iscrizione FNOMCeO – per l’anno in corso da versare in un’unica soluzione.

Nel caso di doppia iscrizione il Sanitario ricevere un unico bollettino con le tasse di iscrizione ad entrambi gli Albi.  La  tassa per la FNOMCeO , in questo caso sarà unica.

Le tasse annue  ordinistiche  sono obbligatorie,  e  per legge,  non sono frazionabili.

Eventuali morosità al pagamento delle tasse annue ordinistiche comportano l’adozione di provvedimenti disciplinari che prevedono la cancellazione dall’Albo/Albi professionale/i  e quindi l’impossibilità   di  “qualsiasi esercizio della professione “.

Come posso trasferirmi da un altro Ordine Professionale?
E’ possibile effettuare il trasferimento da altro Ordine Provinciale presentando apposita domanda di iscrizione per trasferimento, contenuta nella sezione modulistica del sito o presso lo Sportello dell’Ente.

Requisiti per ottenere il nulla-osta dell’Ordine di provenienza :
– Non essere sottoposto ad alcun procedimento disciplinare da parte dell’Ordine di provenienza;
– Non avere procedimenti giudiziari pendenti ;
– Di essere in regola con il pagamento delle tasse ordinistiche, compresa quella dell’anno in corso;
– Di essere in regola con il pagamento dei contributi previdenziali ENPAM

Posso rimanere iscritto all’ Ordine anche se non esercito abitualmente la professione ?

            SI !  Il provvedimento con cui si dispone l’iscrizione all’Albo professionale ha natura di atto costitutivo, in quanto apporta modificazione alla sfera giuridica del Sanitario interessato al quale consente proprio a seguito della disposta iscrizione, l’esercizio della professione medica, ma – ovviamente –  non la impone.

Cancellarsi dall’ Albo/i

Quando è possibile effettuare la cancellazione ?

La cancellazione dall’Albo/i  avviene :

  • Su domanda dell’Iscritto che sia in regola con il pagamento delle tasse ordinistiche;
  • Per accertato decesso del Sanitario;
  • Per revoca del provvedimento di 1^ iscrizione ( accertata mancanza dei requisiti richiesti);
  • Per cancellazione del Sanitario non in regola con le tasse ordinistiche e/o contributi ENPAM;
  • Per adozione di provvedimento disciplinare.

Per  effetto della cancellazione, ovviamente, è reso impossibile  qualsiasi esercizio della  professione.